Calendar

October 2018
M T W T F S S
« Aug    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Search:
Oct 07 2014

Come ottenere migliori foto nuziali? Guida per gli sposi

Jak uzyskać najlepsze zdjęcia ślubne

Probabilmente la maggior parte delle persone, comprese le futuri giovani coppie partono dal presupposto, d’altronde abbastanza ovvio, che dopo aver firmato il contratto con un professionista [potete leggere l’articolo Come scegliere un Wedding Photographer – Fotografo di Matrimoni] per il servizio fotografico del proprio matrimonio, non devono preoccuparsi di nient’altro in quanto automaticamente riceveranno delle ottime foto nuziali. Beh è in parte vero. Perchè solo in parte? Perché si possono sempre migliorare le condizioni di lavoro del fotografo, il quale a sua voltà riuscirà ad ottenere dei risultati molto più validi in termine di qualità delle foto del matrimonio. Ciò che voglia dire quì, è che si possono adattare o modificare alcune delle circostanze del giorno del matrimonio in modo da ottenere delle foto migliori.

In questo tutorial per gli sposi descriviamo quindi alcune delle situazioni più comuni in cui si può influenzare positivamente il risultato del servizio fotografio che documenta un evento di grande importanza per ogni persona. Quindi, come ottenere migliori foto di nozze?

 

Regole per una giusta abbronzatura prima del matrimonio

Iniziamo da una questione alquanto controversa, ma allo stesso tempo molto importante dal punto di vista fotografico. Se la sposa o lo sposo sono dei fan delle lampade, dei centri di abbronzatura (in modo particolare riguarda la sposa) o scure abbronzature, consigliamo vivamente di rinunciare all’abbronzatura per almeno due o tre settimane prima del matrimonio. Il contrasto che si viene a creare tra il corpo molto abbronzato e l`abito da sposa bianco è poco bello e l’effetto sulle immagini finali è veramente sgradito.

 

Mettere in contatto il fotografo e il cameraman

Questo paragrafo lo dedichiamo ad uno dei principi fondamentali nella preparazione del matrimonio. Prima di tutto se il matrimonio verrà non solo fotografato, ma anche filmato, è cosigliabile mettere in contatto gli stessi in modo tale da permettere loro di discutere i dettagli prima del giorno delle nozze. Grazie a questo saranno pronti e non si disturberanno a vicenda e in aggiunta i loro determinati requisiti per delle ottimali condizioni di laovoro di uno non entreranno in conflitto con quelle dell’altro.

 

I colori dei vestiti e il sole

La prossima questione si focalizza sui colore dei vestiti. Si sa che i vestiti bianchi e rossi possono avere delle tonalità diverse o addirittura sembrare colori completamente diversi nelle foto di fotografi inesperti, soprattutto se le fotografie vengono fatte alla luce del sole o in cerce circostanze di luce artificiale. I colori forti, essendo un’oggetto dominante, possono avere un’impatto negativo sugli altri colori e se questo accade ci troviamo davanti a delle fotografice con un’effetto decisamente indesiderato. Quindi cerchiamo di scegliere, per quanto è possibile, un’abito da sposa di colore ecru, se invece sappiamo che una delle  invitate al matrimonio avrà un ruolo importante in tutta la cerimonia (ad es. sa testimone) ha intenzione di indossare un’abito rosso, le suggieriamo delicatamente la scelta di un colore diverso, naturalmente, se le circostanze, il tempo e il rapporto che si ha con queste persone ce lo permettono.

Durante tutta la giornata bisogna sempre avere a mente che le foto in controluce (con la luce proveniente da dietro) escono sempre male. Semplicemente male. Le foto in controluce possono avere una bella aura, ne possono derivare dei notevoli effetti artistici, ma i colori saranno lontani da quelli reali e molti dettagli andranno persi, soprattutto se il fotografo non è esperto. Naturalmente non si deve dedicare l’intera giornata al pensiero di come sono le condizioni di illuminazione nei diversi momenti e avvenimenti, ma è comunque giusto semplicemente avere in mente questo fatto e facilitare il lavoro al fotografo e non, come d’altronde spesso accade durante la consegna dei regali e lo scambio di auguri dopo la cerimonia, mettersi in una posizione col sole alle spalle. In questi casi è meglio mettersi di lato oppure fare si che il sole sia di fronte agli sposi. Queste foto possono essere davvero belle e artistiche se il fotografo non è alle prime armi, ma l’intera sessione con la luce del sole dietro di voi non è una buon’idea in ogni caso – ammenochè non ve lo chieda il fotografo stesso, allora significa che lui/lei ha un’idea particolare da realizzare. Naturalmente, un buon fotografo suggerirà come dovete impostarvi, ecc. Ma purtroppo non è sempre così. Il giorno del matrimonio bisogna ricordarsi che tutto ciò che circonda la sposa e lo sposo, si troverà nelle foto scattate.

IMPORTANTE: Questa sezione riguardante i colori dei vestiti può essere ignorata se siamo sicuri, che il fotografo scelto è veramente un professionista. Se invece, ci sono alcuni dubbi sulle capacità del fotografo vale la pena facilitargli questo compito. Si consiglia, comunque, di scegliere un servizio di alta qualità.

 

 

Make up fotografico

Iniziamo a parlare del giorno di matrimonio con la cerimonia che avviene a casa della sposa. Naturalmente, vogliamo fotografare anche questo evento e inoltre non è escluso che il fotografo venga invitato anche a casa dello sposo. Possiamo in qualche modo influenzare la qualità foto fatte durante questa fase del matrimonio, per esempio a casa della sposa? Certo che possiamo” E possiamo influenzare il risultato del servizio fotografico in uno modo a cui la maggior parte delle persone nemmeno ci pensa.

Prima di tutto, la sposa deve concentrarsi su un make-up adeguato – il miglior trucco per le foto è in versione in opaca o fotografica – ci sono dei cosmetici speciali con scritto sull’etichetta ‘PHOTO’. Molte donne, però, rifiutano a questo tipo di metodi per migliorare la bellezza, per il fatto che questo tipo di make-up ricorda l’effetto maschera. Sta di fatto che questo effetto maschera presto scompare e rimane un trucco ideale per tutto il matrimonio. Ahimè, anche se scompare tante donne scelgono di avere un makeup classico nel giorno del matrimonio, quindi una versione più lucida e luccicante. Sia dal punto di vista fotografico che estetico è un grandissimo errore scegliere un makeup classico. Consigliamo quindi di optare per un trucco fotografico e di farlo magari una o due ore prima che arrivi il fotografoò così facendo il trucco stesso ha tutto il tempo di prendere la giusta consistenza e diventa poi quasi invisibile. Un’altra buona idea sarebbe quella di chiamare in casa una truccatrice professionista, la quale applica un buon trucco e usa prodotti di alta qualità che escono bene nelle foto ed inoltre durano dalla mattina alla sera, anche dopo i balli in tarda serata.

Il viso molto lucido quindi esce molto male nelle foto e vale la pena prendersi cura del proprio aspetto per tutta la giornata del matrimonio. Bisognerebbe sempre avere con sé una cipria trasparente e delicatamente correggere il make-up ogni 2-3 ore.  Lo sposo – sarebbe perfetto se lo sposo avesse un po’ di cipria. Si tratta di una procedura di alcuni secondi e con un risultato di cui gli ospiti non si accorgeranno – questa procedura può davvero migliorare l’aspetto della carnagione dello sposo nelle fotografie.

 

Ordine a casa della sposa

Un altro importante elemento da non sottovalutare a casa della sposa è l’ordine. Spesso la sposa si prepara per il matrimonio in casa con l’aiuto di amici e parenti, e spesso nello stesso momento in casa ci sono altre persone che non hanno niente a che fare con i preparativi della sposa. In questi casi la sposa è circondata da confusione e disordine. Che dire, purtroppo in questi casi le foto scattate in questi momenti mostreranno il caos e disordine che regnava in casa e nelle foto saranno presenti tutte quelle persone che inutilmente vanno da una parte all’altra della casa e interferiscono con i preparativi direttamente o indirettamente, cosa che fa innervosire la sposa, la quale a causa dell’importanza dell’avvenimentp è già innervosita di suo.

In questi casi vale la pena, per quanto possibile, di preparare in anticipo una stanza esclusivamente per il fotografo (ovviamente pulita, in ordine e possibilmente ampia, in modo che si possano fare buone inquadrature ), e per la cerimonia e informare gli ospiti che ci sarà bisogno di un momento (letteralmente pochi minuti – circa 5-10 per un fotografo esperto) durante il quale gli ospiti non dovranno disturbare o interferire nel lavoro del fotografo con la sposa.

Nelle fotografie sembrano molto meglio degli sposi rilassati piuttosto che degli sposi indaffarati e nervosi. Questo piccolo trick è sufficiente per ottenere delle foto di alta qualità nella fase di preparazione. Naturalmente, un buon fotografo può gestire ovunque e chiunque, ma perchè fargli diventare il compito più difficile? Il matrimonio è una volta nella vita, percui vale la pena fare tutto il possibile per aumentare la possibilità di ricevere il più grande numero di scatti perfetti.

 

Mettere in contatto il fotografo col parroco

La prossima tappa del matrimonio si svolge in Chiesa o in Comune. Il fotografo deve essere a conoscenza di com’è la Chiesa dentro, deve quindi sapere dove e come può mettersi in determinate situazioni (in questo momento ci contrentiamo sulla Chiesa, in quanto questo è un luogo molto impegnativo per il fotografo), e talvolta può o deve anche disturbare il prete o gli ospiti – ma alla fine questo è il suo lavoro e fa di tutto (nei giusti termini) per consegnare delle belle foto ai novelli sposi. Vale la pena quindi mettere in contatto il fotografo col prete prima del matrimonio, ad esempio uno o due mesi prima, in modo tale che ognuno abbia il tempo necessario per preparare tutto l’occorrente per l’avvenimento. Il fotografo sarà quindi in grado di stabilire col prete il luogo in cui potrà stare, cosa fare e cosa non fare durante la cerimonia nuziale. Il fotografo, se lo ritiene necessario potrà chiedere al prete di accendere tutte le luci oppure chiudere delle persiane in modo date la luce entri in chiesa in un modo specifico, che può dare un bell’effetto nelle foto.

 

Camminate lentamente e con calma

Durante la ceremonia in chiesa, gli sposi non dovrebbero andare con passo troppo svelto – se vi aspettate dal fotografo delle ottime foto, dovete dargli la possibilità di fare dei buoni scatti, e una coppia che cammina in avanti velocemente di sicuro non aiuta.

 

Mettete in mostra i vostri anelli :)

Quando mi scambiate gli anelli, fate una piccola pausa di qualche secondo, guardando verso l’obiettivo o verso gli ospiti in Chiesa; non partite in quinta, fate tutto con calma e lentamente senza fretta di uscire dalla chiesa. Se in quel momento avete il cuore alle stelle e non ve la sentite di girarvi, sorridere e mostrare i vostri anelli già scambiati e messi, oppure se vi dimenticate, o se vi ricordate troppo tardi di girarvi e sorridere, state tranquilli, in quegli istanti il fotografo ha fatto il suo dovere :) gotevei il resto della giornata. L’unica cosa che mancherà saranno gli sposi che guardano verso gli ospiti e sorridono, ma a compensare tutto ciò ci saranno decine o centinaia di altre foto stupende.

 

Limitare le foto da parte degli ospiti

Ancora un piccolo consiglio… chiedete agli ospiti che saranno in chiesa di limitare (non significa evitare completamente) di scattare fotografie per conto proprio, in quanto questo può causare disordine e gli ospiti possono trovarsi in posti dove non dovrebbero stare, per esempio nell’inquadratura del fotografo professionista. Naturalmente non si deve esagerare né in un modo, né nell’altro, i nostri sono solo dei suggerimenti che è meglio tenere in conto, oppure ancora meglio è consultarsi col fotografo e chiedergli se ha dei suggerimenti riguardo a cosa possono fare in modo da facilitare il compito del fotografo e di conseguenza evere degli scatti migliori.

 

Indirizzi corretti e orari degli eventi

Quando arriva il momento di parlare dei dettagli sulle foto durante il matrimonio, in ristorante, in casa o all’aria aperta, in fondo non ci sono particolari diversi da alle questioni di cui sopra. In realtà, tra le questioni importanti ce n’è una di cui non ne abbiamo ancora parlato – è d’obbligo comunicare al fotografo l’indirizzo del ristorante e club in cui sarà organizzata la festa del matrimonio con un certo anticipo, sembra una cosa banale e ovvia, ma la nostra esperienza ci conferma che si tratta di una cosa che viene spesso trascurata. Se il fotografo è a conoscenza dell’indirizzo del ristorante col giusto anticipo potrà recarsi in loco e venire a conoscenza delle condizioni del posto, il tipo di illuminazione, spazi, distanze, etc, e sarà quindi in grado di scegliere il posto giusto per lo scatto giusto.  Un’altra cosa corretta da fare sarebbe dare i contatti col dj o gruppo musicale che porterà avanti la serata al ristorante, così facendo il fotografo avrà una visione completa del programma della serata e dei giochi previsti per quel giorno e potrà quindi adattarsi al meglio senza spiacevoli sorprese. Si dovrebbe inoltre informare il fotografo se vicino alla Chiesa, USC, ristorante ecc ci sono dei parcheggi per gli ospiti.

 

Luoghi all’aria aperta

Il servizio fotografico all’aria aperta si presenta in modo diverso. Bisognerebbe prendere in considerazione di organizzare il servizio fotografico all’aria aperta in un altro termine, dopo il matrimonio. Si evita in questo modo dello stress inutile e quindi tornando a quanto detto sopra, si presentano meglio in fotografia degli sposi rilassati e riposati piuttosto che stanchi e stressati. Se invece si decide di organizzare all’aria aperta lo stesso giorno del matrimonio, magari tra la chiesa e il ristorante, non c’è alcun problema, ma bisogna prendere in considerazione alcune cose importanti. Prima di tutto il posto dove verranno fatte le foto non può essere distante dal luogo in avverrà la festa post-matrimonio, e poi bisogna avere due o tre luoghi di riserva in caso in cui il posto in cui ci si reca non sia già occupato da un’altra coppia o che per qualche altro motivo non sia valicabile, raggiungibile o sia magari occupata da un gruppo di ragazzini che non hanno intenzione di andarsene. L’altra e unltima questione sulle foto all’aria aperta è la mancanza di altre persone. E’ importante soprattutto se il luogo viene scelto dagli sposi stessi. Noi consigliamo che a scegliere il luogo, o luoghi, del servizio all’aperto sia il fotografo. La cosa migliore sarebbe scegliere diversi luoghi e fare delle foto in posti diversi, ma ovviamente una simile scelta può influenzare i costi del servizio fotografico.

E ci teniamo a sottolineare che è assolutamente sconsigliato prendere con sé, durante il servizio all’aria aperta, altre persone, le quali possono disturbare o dare consigli poco utili o addirittura mettere fretta “perchè gli ospiti vi stanno aspettando”. Un’eccezione ci piò essere, e questa può essere per esempio la testimone o entrambi i testimoni i quali possono tenere degli accessori di abbigliamento, ecc – quindi una persona che sarà davvero necessaria e utile agli sposi durante la sessione fotografia all’aperto.

Speriamo questi pochi consigli abbiano un forte impatto positivo sulle foto del vostro matrimonio e che quindi abbiate per tantissimi anni un prezioso ricordo di questo importante evento.

 

Mamy nadzieję, że dzięki tym kilku poradom Państwa zdjęcia ślubne wyjdą naprawdę znakomicie i będą stanowić cenną pamiątkę z tego ważnego wydarzenia przez długie lata.

0 Comments
Share Post
No Comments

Post a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.